Dr. Michele Roberto Boccasini

... un team di professionisti ed attrezzature di ultima generazione!

Dentista Taranto studio dentistico Spesso mi vien posta questa domanda: come mi è nata la passione per la professione che svolgo ormai da oltre dieci anni.

A voi che state visitando il mio profilo, decido di rispondere con una piccola presentazione della mia carriera ma soprattutto esperienza nel campo dell'odontoiatria.

Mi presento, sono il Dottor Michele Roberto Boccasini laureato presso l'Università Degli Studi dell'Aquila nel 1999.

Sono iscritto, all'albo dei medici chirurghi ed odontoiatri di Taranto con il numero 354. Inoltre, sono socio SIDO (società italiana di Ortognatodonzia) e socio ANDI. Nel corso dei miei studi universitari è nata in me la passione per l'ortodonzia della quale mi occupo personalmente nel mio studio. In piena sincerità, posso dire che conosco varie tecniche ortodontiche che spaziano dalla classica ortodonzia bidimensionale a quella estetica data dalla tecnica linguale e con metodica delle mascherine invisibili.

Vedi alcuni casi risolti in 10 anni di ortodonzia estetica
con metodica invisibile

Con oltre dieci anni di esperienza nell'utilizzo della metodica invisibile e poichè ho trattato un numero rilevante di pazienti, sia adulti che adolescenti, faccio parte della categoria "platinum e platinum elite" (il 13 Aprile 2012 si è svolto nel mio studio l'"Open Day Ortodonzia Invisibile": sono stati invitati pazienti che hanno iniziato il trattamento 10 anni fa e, grazie al programma di controlli da me stabilito, non hanno avuto nessun tipo di recidiva. Tali pazienti si sono prestati a mostrarsi ad altri come "modelli", hanno espresso la loro grande soddisfazione su tale trattamento e sulla professionalità di chi li ha seguiti passo passo in tutta la durata della cura!).

Ortodonzista tarantoNel mio studio, pratico la tecnica linguale che mi consente di garantire l'estetica del sorriso al paziente anche nel corso di un trattamento ortodontico raggiungendo i medesimi risultati della tecnica classica.

Mi piace molto essere all'avanguardia, infatti nel 2002, sono stato collaboratore dell'equipe di ricerca dell'università di Ferrara attraverso la quale ho conseguito l'esperienza nella tecnica dell'ortodonzia delle mascherine invisibili.

In particolare quest'ultima tecnica consente al paziente di poter migliorare il proprio sorriso consentendogli ugualmente una buona igiene orale anche durante il trattamento.

La mia passione per l'estetica del sorriso e il voler assicurare il pieno comfort al paziente, mi ha portato alla scelta dei migliori materiali tra i quali l'utilizzo delle faccette dentali con tecnica Lumineers®, le quali possono rendere più belli tutti i sorrisi senza una dolorosa rimozione di struttura dentaria.

Apparecchio invisibile: la nuova frontiera dell'ortodonzia estetica

Apparecchio invisibile Taranto Odontoiatria e tecnologia procedono di pari passo per garantire non solo la riuscita terapeutica rispetto alle diverse tipologie su cui si interviene ma anche per offrire al paziente comfort e sicurezza. Quando si parla di sicurezza non si intende soltanto la salvaguardia dell'igiene attraverso la sterilizzazione delle apparecchiature in uso; anche la condizione psicologica del paziente è altrettanto importante.

Uno degli strumenti maggiormente utilizzati che hanno subìto una rivoluzione in tal senso sono gli apparecchi ortodontici. Soprattutto bambini e adolescenti se ne servono per raddrizzare i denti non allineati o correggere difetti del cavo orale. Considerato scomodo per la sua visibilità, è sempre stato accettato con difficoltà dai giovani.

Oggi l'apparecchio invisibile offre finalmente la possibilità di correggere i difetti senza doversi preoccupare di nascondere il sorriso. Terapia e estetica del paziente sono garantiti. Si tratta di un apparecchio trasparente e rimovibile e da sostituire continuamente dalle 24 alle 60 volte per tutte e due le arcate. Ogni mascherina va indossata per due settimane e il trattamento varia dai sei ai quindici mesi. Negli Stati Uniti ha sostituito quasi completamente gli apparecchi tradizionali e in Italia si sta diffondendo sempre più.

L'apparecchio è formato da sottili mascherine in plastica trasparente termostampate realizzate da particolari software in grado di prendere le impronte in 3D. Le impronte vengono inviate alla società costruttrice dello strumento correttivo in resina, su cui vengono stampate le mascherine, in base al modello digitale ricavato dalla scansione laser dei denti. Si procede per fasi, correggendo gradualmente la malocclusione. Il software elabora di fatto la programmazione di tutte le fasi, dallo stato iniziale al risultato finale e il paziente può visionare direttamente i graduali miglioramenti che seguiranno e come saranno i suoi denti alla fine del trattamento.